Novantanni di passione

Sono passati novantanni tra gioie ed emozioni, e la Nuorese è ancora viva sana e vegeta e continua a portare in alto i colori verdeazzurri della città di Nuoro.

Elencare i presidenti, i dirigenti, i collaboratori, i tecnici, i medici e i giocatori che ne hanno fatto la storia sarebbe lunghissimo e rischiamo di dimenticare qualcuno. Li vogliamo ricordare tutti indistintamente perchè ognuno nel suo piccolo anche chi magari è entrato in campo anche solo un minuto è stato protagonista di questa grande storia.

Con questo spirito  domenica 6 settembre 2020 allo storico Quadrivio oggi intitolato Frogheri con una grande serata celebrativa si sono voluti festeggiare i novantanni della Nuorese.

Il periodo che stiamo vivendo non è dei migliori per via della pandemia e sicuramente sarà una stagione complicata per le varie restrizioni conseguenti ad essa, ma la società di via Aosta con a capo il Presidente Maurizio Soddu farà di tutto per portarla avanti nel migliore dei modi con la solita passione e determinazione.

Al suo fianco un gruppo formato da amici di vecchia data: Annico Sanna Mariano Fadda ,  Antonello Lai, Mario Bonamici, Lorenzo Di Cesare, Gianluca Peddio, Stefano Moncelsi, Franco Dessolis, Antonello Pittalis, Antonella Rassu.

Annico Sanna oltre che ricoprire il ruolo di vicepresidente sarà Direttore Generale del Settore Giovanile, Mario Bonamici continuerà a svolgere il ruolo di Segretario così come  Lorenzo Di Cesare l’Economo. Gianluca Peddio sarà il Direttore Tecnico mentre Stefano Moncelsi il Direttore Sportivo, e Franco Dessolis il Responsabile del Settore Giovanile. L’area Marketing e Pubblicità, Comunicazione Web e social è affidata a mondoverdeazzurro con Antonello e Luciano Pittalis.

La prima squadra si appresta ad affrontare il nuovo campionato di Eccellenza Regionale  (la quattordicesima partecipazione in questa categoria da quando è stata istituita, categoria che la Nuorese ha vinto due volte : 2004-05 e 2012-13) ed è in ritiro da agosto agli ordini del nuovo tecnico Marco Sanna e del suo staff composto da Pietro Rubino nel ruolo di vice, Adriano Bachis preparatore dei portieri, Pietro Nughes e Gavino Pulina preparatori atletici, Pietrino Bindi massaggiatore.

Il responsabile dello stadio é Giuseppe Seddone figura storica tanto che la legenda narra che fù lui a passare la prima pietra del Quadrivio nel 1920 al Re Vittorio Emanuele, si scherza ovviamente ma Giuseppe merita una citazione per i suoi cinquantanni di fedeltà alla maglia verdeazzurra. Al suo fianco operano il Manutentore Maurizio Zuddas e il Magazziniere Pino Sedda e l’infaticabile e insostituibile Boboreddu mascotte e simpatica icona verdeazzurra.

E veniamo alla composizione della squadra, una squadra tutta sarda che vede qualche vecchia conoscenza e molti volti nuovi e la conferma del gruppo di ragazzini che lo scorso anno si son messi in mostra nel campionato Juniores  molti dei quali hanno avuto l’opportunità di esordire in prima squadra con buoni risultati.

In porta il ritorno del nuorese Filippo Ruggiu classe 95 , l’arrivo di Matteo Sortino da Sassari classe 2001 e la promozione dalle giovanili di Antonio Calia nuorese classe 2004.

In difesa il ritorno dell’algherese Andrea Peana classe 86, l’arrivo di Simone Varrucciu classe 92 da Olbia, la conferma del tonarese Simone Sau classe 2000.

A seguire i giovani del vivaio nuorese Massimo Orecchioni classe 2002, Giuseppe Nurra classe 2002, Stefano Lapia classe 2003, Daniel Animobono classe 2004, Andrea Moncelsi classe 2002.

Al centrocampo il ritorno del nuorese Giulio Pinna classe 91 e del mamoiadino Alessandro Gungui classe 99, l’arrivo di Federico Usai da Teti classe 94 e Umberto Cavallaro da Olbia classe 98, la conferma del nuorese Giacomo Santoro classe 97.

A seguire i giovani del vivaio verdeazzurro Nicola Sanna classe 2002, Luigi Nurra classe 2002, Antonio Demarcus classe 2003, Daniele Isoni classe 2003, Giovanni Porcu classe 2003.

In attacco le conferme del capitano Fabio Cocco nuorese classe 88 e del bomber della scorsa stagione Mauro Ragatzu da Cagliari classe 82, il ritorno del principe dei gol Giuseppe Meloni nuorese classe 85.

A seguire i giovani del vivaio verdeazzurro che già hanno avuto modo di farsi notare lo scorso anno in prima squadra: Federico Rattu classe 2002, Andrea Piredda classe 2002, Alessandro Santoro classe 2002.

Una rosa ampia composta da 27 elementi che unisce esperienza, tecnica e la malizia alla voglia di emergere dei giovani. L’obbiettivo dichiarato è fare un campionato di alto livello con l’intento di migliorare la posizione dello scorso campionato interrotto alla nona giornata di ritorno per via del Covid quando la Nuorese occupava la quarta posizione e poteva giocarsi ancora la possibilità di disputare i play-off promozione.

Ritornando alla festa dei novantanni un doveroso ringraziamento va agli artisti che hanno rallegrato la serata rendendola unica e indimenticabile: il coro Su Nugoresu di Nuoro,  il gruppo de I Nottambuli, il gruppo Melodias Arkanas, i Sonadores a Ghiterra , la presentatrice e cantante Alice Berria. Un ringraziamento va alle Vecchie Glorie della Nuorese , alla A Tuttabirra Calcio e a tutti  gli amici per l’apporto organizzativo e la presenza, a tutte le Autorità Cittadine, al Sindaco di Nuoro Andrea Soddu e al Vescovo di Nuoro sua Eccellenza Mons. Antonio Mura,  gli sponsor che ci hanno accompagnato sino ad oggi col loro prezioso apporto e la vicinanza e tutti quelli che vorranno dare il loro contributo per il futuro. Ma sopratutto un ringraziamento va ai tifosi e agli ultras che ci seguono sempre con grande passione e trasporto.

Un grazie a tutti e un’arrivederci ai cento con la Nuorese nel cuore!

Ufficio Stampa Nuorese Calcio

 

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi